Assegno di comunicazione e pensione

E' concessa al minorato sensoriale dell'udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva che gli abbia impedito il normale apprendimento del linguaggio parlato (vedere legge n. 95 del 2006)), purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio. Occorre il “riconoscimento” di sordo.

Oltre a queste condizione è previsto, ai fini dell'erogazione della provvidenza, che l'interessato si trovi in stato di bisogno economico. Per questa seconda condizione vengono annualmente fissati dei limiti di reddito personale (euro 14.256) che non devono essere superati dal titolare della pensione. Condizioni:

·         essere di età compresa fra i 18 e i 65 anni di età;

·         essere cittadino italiano residente in Italia, o essere straniero titolare di carta di soggiorno;

·         non disporre di un reddito personale superiore a Euro 14.466,67;

·         essere stato riconosciuto sordomuto.

Importo 2008: Euro 246,73 per 13 mensilità.

E' incompatibile con altre provvidenze concesse a seguito della stessa menomazione per causa di guerra, servizio lavoro. E’ compatibile e dunque cumulabile con l’indennità di comunicazione.

(2008: 246,73 + 233,00 = 479,73)

Al compimento del sessantacinquesimo anno di età, la pensione viene trasformata in assegno sociale.

INDENNITA’ DI COMUNICAZIONE

L'indennità di comunicazione è stata istituita dall'articolo 4 della Legge 21 novembre 1988, n. 508. Criteri di concessione sono diversi a seconda se il richiedente è maggiorenne o minore dagli 12 anni in poi, oppure minore di 12 anni e sono correlati al grado di ipoacusia accertata (Decreto Ministeriale 5 febbraio 1992).

Minore di 12 anni: l'ipoacusia deve essere pari o superiore a 60 decibel HTL di media fra le frequenze 500, 1000, 2000 hertz nell'orecchio migliore.
Maggiore di 12 anni: l'ipoacusia deve essere pari o superiore a 75 decibel. Viene inoltre richiesto di dimostrare che l'insorgenza dell'ipoacusia è precedente ai 12 anni

Condizioni:

·         essere cittadino italiano residente in Italia, o essere straniero titolare di carta di soggiorno;

·         essere stato riconosciuto sordo (con le precisazioni di cui sopra);

·         indipendente dall'età;

·         indipendente dal reddito personale.

Importo 2008: Euro 233,00 per 12 mensilità.

L'erogazione dell'indennità di comunicazione è incompatibile con l'indennità di frequenza (per i minori).
L'indennità di comunicazione non è incompatibile con la titolarità di una patente di guida.
L'indennità di comunicazione non è incompatibile con lo svolgimento di attività lavorativa dipendente o autonoma.
L'indennità di comunicazione è cumulabile con l'indennità di accompagnamento concessa agli invalidi civili e ai ciechi civili.

E’ cumulabile con  la pensione concessa per sordità.
Spetta anche nel caso di ricovero in istituto.